Il profilo LinkedIn rappresenta un ottimo biglietto da visita online, soprattutto per chi non ha un sito Web, e un’enorme opportunità per trovare e cambiare lavoro, fare networking, trovare partner e trovare clienti. A patto che il profilo sia completo, efficace ed ottimizzato. Spesso serve una revisione del profilo LinkedIn.

LinkedIn come biglietto da visita

Fai un esperimento. Imposta il browser in modalità anonima (o privata o in incognito, dipende dal browser), apri Google e cerca te stesso. Questa operazione si chiama “ego surfing”, serve per capire come ti vedono gli altri quando ti cercano online, quindi per valutare la tua reputazione digitale. Faccio una scommessa: entro i primi tre risultati della SERP (la pagina dei risultati del motore di ricerca) si trova il tuo profilo LinkedIn. Il tuo nuovo biglietto da visita professionale.

Profilo LinkedIn: i problemi più comuni

Tengo da anni corsi sull’uso strategico di LinkedIn e da altrettanto tempo faccio consulenze sull’ottimizzazioni dei profili. I problemi più comuni, gli errori più ricorrenti (che ho raccontato in un eBook gratuito), sono solitamente questi:
– Immagine profilo non professionale
– Cover riempitivo
– Job title errato o mancante
– Nessuna strategia d’uso dello strumento
– Mancanza di studio delle parole chiave per posizionarsi
– Profilo lavorativo incompleto
– LinkedIn confuso con un CV online
– Riepilogo mancante o noioso, inutile
– Errore nel segnalare i contatti
– Mancanza di link e contributi multimediali
– Nessuna testimonianza o conferma di competenza
– Nessun esempio del proprio lavoro
E potrei continuare…

La revisione del profilo LinkedIn

Dopo aver seguito un corso sull’uso strategico di LinkedIn e ottimizzazione del profilo personale, molto professionisti mi chiedono un parere sul proprio profilo. Ho deciso di istituzionalizzare questa pratica, fornendo a chi ne fa richiesta un intero REPORT personalizzato. Dopo attenta analisi del profilo LinkedIn, faccio una valutazione delle varie sezioni e do delle indicazioni specifiche di ottimizzazione. Nel dettaglio indico:

  1. Valutazione foto profilo e banner
  2. Suggerimenti di materiali da inserire nella sezione In primo piano
  3. Suggerimenti per la stesura oppure l’ottimizzazione della propria biografia (nella sezione Informazioni)
  4. Suggerimenti per l’ottimizzazione della sezione Esperienze, dove si inseriscono le diverse esperienze lavorative
  5. Suggerimenti per l’ottimizzazione della sezione Competenze e conferme
  6. Indicazioni di alcune keyword da inserire nel profilo, in varie sezioni, in ottica “LinkedIn SEO”
  7. Indicazioni di ottimizzazione per la sezione Traguardi raggiunti e corsi
  8. Suggerimenti per l’inserimento di eventuali progetti
  9. Indicazioni di ottimizzazione per la sezione Informazioni di contatto
  10. Indicazioni sulla privacy di LinkedIn

Il metodo LinkedIn10C

Le indicazioni di ottimizzazione del profilo si basano sull’applicazione del metodo LinkedIn10C, qui rappresentato:

Farsi trovare su LinkedIn

La maggior parte dei profilo LinkedIn ha un difetto: è pensata, e riempita, per se stessi. Non si pensa a chi sta dall’altra parte, a che cosa cerca. Occorre invece invertire la prospettiva e, come si fa con l’ottimizzazione SEO di un sito (modificando pagine e testi pensando a cosa cerca la gente sui motori di ricerca), occorre trovare una serie di parole chiave (keyword) che le persone inseriscono nel motore di ricerca interno di LinkedIn per trovare professionisti e competenze.

Costruire autorevolezza su LinkedIn

Dopo aver attratto le persone con le ricerche, occorre convincerli che siamo la scelta giusta. Questo si può fare in due modi diversi:
– elencare competenze e risultati ottenuti;
fare dire agli altri che siamo bravi.
Per questo occorre porre particolare attenzione alle sezioni Riepilogo, Progetti, Testimonianze.
Un altro modo per costruire autorevolezza e attirare l’attenzione (e i contatti) sul proprio profilo LinkedIn è quello di produrre contenuti. Per questo occorre pensare a un piano editoriale e inserire costantemente aggiornamenti di stato e, soprattutto, articoli (ex Pulse).

La revisione del profilo LinkedIn

L’ottimizzazione del profilo LinkedIn è un processo che si divide in cinque fasi.
1. Analisi del profilo con la generazione di un report personalizzato in PDF
2. Analisi del CV e intervista
3. Studio del posizionamento
4. Stesura dei testi o ottimizzazione delle diverse sezioni del profilo
5. Check-up online con il cliente

Un esempio di report

Nel report si trovano alcune pagine di spiegazione del metodo e dell’approccio ma soprattutto diverse pagine operative con indicazioni pratiche. In questo caso, per esempio, si parte dalla foto di profilo:

La parte più importante è quella relativa alla LinkedIn SEO. Dopo analisi del profilo, dei competitor e del settore, e l’uso di tool specifici per trovare le parole chiave, in una pagina specifica si danno degli esempi di keyword da inserire nelle sezioni Headline, Informazioni, Esperienze, Competenze o Progetti.

Che cosa dice chi ho aiutato

Emiliano Andreucci

“Gianluigi è riuscito in poco tempo a trasferire contenuti e indicazioni preziose per l’utilizzo dello strumento e non solo. Dimostra una profonda conoscenza sull’argomento frutto di anni di studio e sperimentazione”.

Emiliano AndreucciHR Manager - Cromology Italia
Luca Bottalico

“Gianluigi mi ha sicuramente aiutato a riorganizzare meglio le informazioni relative al mio percorso professionale”.

Luca BottalicoProduct Specialist FKv Srl
Wanya Carraro

“Finalmente ho capito come usare LinkedIn! La capacità di Gianluigi di coinvolgere e di guidare in maniera chiara ed efficace nella “giungla” di LinkedIn, mi ha fatto scoprire con facilità uno strumento davvero efficace: pensate che nel giro di pochi giorni il mio profilo LinkedIn ha registrato un incremento di oltre l’800% (ottocento) di visibilità.”

Wanya CarraroBusiness and Legal Affair presso Publitalia ’80 S.p.A.
Giacomo Deana

“Grazie a Gianluigi il mio profilo ha saputo in poco tempo farsi apprezzare, arricchendosi di collegamenti e informazioni molto interessanti.  È proprio grazie a LinkedIn che ho avuto l’opportunità di essere chiamato per alcuni colloqui e, da pochi giorni, ho cambiato azienda, migliorando tutte le mie condizioni lavorative.”

Giacomo DeanaSenior account executive presso Gruppo Masserdotti SpA

Scrivimi per una consulenza o per il report

Dopo aver aiutato a sistemare centinaia di profili LinkedIn, posso essere utile anche a te. Scrivimi per avere un parere e un preventivo personalizzato, sia per il LinkedIn coaching sia per un report: