Articoli

Digital parenting: il mio intervento agli “International Stem Awards” del 2020

,

Il 23 maggio 2020 sono stato impegnato, con Fastweb, in occasione dell’International STEM Awards

Questa la presentazione di Fastweb:

Mai come ora siamo tutti attaccati alla Rete. Tutti però dovremmo imparare a riconoscere i rischi che nasconde: non solo il cyberbullismo, ma anche temi quali privacy, sicurezza, rischi penali, dipendenza, uso eccessivo, reputazione e disinformazione.

Gianluigi Bonanomi, formatore sulla comunicazione digitale, ne parla in occasione di International STEM Awards, sabato 23 maggio 2020.

“Stiamo vivendo un momento storico di cambiamento epocale: molte persone – professionisti e genitori – hanno paura del digitale perché non lo governano. Ed è la mancanza di controllo a generare stress e ansia. Il mio contributo – divulgazione o formazione che sia – è quello di rendere consapevoli famiglie e aziende del fatto che la tecnologia sia soprattutto un’opportunità: può essere la soluzione, non (solo) il problema. L’onda arriva comunque, meglio cavalcarla che farsi travolgere: ecco perché racconto come governare, e non subire, il digitale” www.gianluigibonanomi.com

L’evento è stato ripreso da Corriere.it:

Anche per le famiglie e insegnanti

L’esperienza digitale di International STEM Awards non si rivolge solamente a giovani e studenti ma anche a interi nuclei familiari. In questo periodo di emergenza, infatti, proprio la famiglia ha dovuto affrontare una vera e propria sfida coniugando lavoro, figli e vita personale con incredibili sforzi. Per questo motivo tra gli webinar a disposizione è stato riservato spazio a tematiche quali il benessere e l’educazione digitale in famiglia, come il contributo online promosso da Fastweb: “Digital parenting: essere genitori ai tempi di Instagram e TikTok” di Gianluigi Bonanomi, giornalista e formatore specializzato in comunicazione digitale. E in un contesto in cui la didattica a distanza ha assunto un ruolo fondamentale, l’evento invita anche scuole e insegnanti di tutti i livelli a partecipare ai vari seminari online, disponibili durante l’arco della giornata e inerenti a temi come la scuola da remoto, l’insegnamento di materie STEM, l’apprendimento di competenze trasversali e la promozione del pensiero progettuale. Ne sono un esempio gli interventi di Alfonso Fuggetta, CEO e Scientific Director del CEFRIEL, su come “Diventare professionisti del cambiamento sociale tra sviluppo e sostenibilità” oppure il webinar in inglese “Coding with mBlock 5 in your virtual classroom” con Tom Berendsen, Education Specialist di Makeblock, per capire come integrare una piattaforma di coding per studenti e ragazzi nella loro classe virtuale.

Anche il sito USA News ha dato la notizia:

The digital experience of International STEM Awards is not addressed only to young people and students but also entire families. In this period of emergency, in fact, the family has had to face a real challenge combining work, children and personal life with amazing efforts. For this reason, among the webinars available, it was reserved space for topics such as wellness and digital literacy in the family, as the contribution of online promoted by Fastweb: “Digital parenting: parenting in the time of Instagram and TikTok” by Gianluigi Bonanomi, journalist and trainer specialized in digital communication. And in a context in which distance teaching has taken on a fundamental role, the event also invites schools and teachers of all levels to participate in various online seminars, available throughout the day, and about issues such as the school and remotely, to the teaching of STEM subjects, the learning of transversal competences, and the promotion of design thinking. An example of this are the interventions of Alfonso Fuggetta, CEO and Scientific Director of CEFRIEL, on how to “Become professionals of the social change between development and sustainability”, or the webinar in English “Coding with mBlock 5 in your virtual classroom” with Tom Berendsen, Education Specialist of Makeblock, to understand how to integrate a platform-coding for students and guys in their virtual classroom.

Qui trovi le slide che ho usato durante l’intervento:

bonanomi_international_stem_awards_digital_parenting_23_maggio_2020

Qui invece si parla del webinar online:

 

Le regole d’uso della tecnologia in famiglia: il corso di navigazione familiare presso Fastweb

,

Domenica 24 novembre ho tenuto un incontro di Navigazione familiare presso l’auditorium della sede milanese di Fastweb alla presenza di molte famiglie: una settantina di genitori (dipendenti di Fastweb e non) e figli. L’incontro era il terzo di un ciclo organizzato con l’Università Bicocca di Milano a tema “Benessere digitale”.

Questa la presentazione dell’evento:

Incontro di navigazione familiare – 24 novembre 2019 dalle ore 10 alle 12 (dedicato a genitori e figli insieme)

La tecnologia è spesso motivo di scontro in famiglia. Questo workshop va nella direzione opposta: genitori e figli devono ragionare insieme e confrontarsi sui temi della privacy, reputazione, sicurezza, pericoli della dipendenza e altro, ma soprattutto devono stilare insieme delle regole di uso consapevole della tecnologia in famiglia. Anche usando la tecnologia stessa (uno smartphone è sufficiente) e le vecchie carta e penna!

Durante l’incontro genitori e figli si eserciteranno insieme in alcuni esercizi (scritti) sulla privacy e sulle regole di uso consapevole della tecnologia con l’ausilio di smartphone o tablet.

L’incontro è pensato per genitori e figli (dagli 8 anni ai 14 anni).

Le regole d’uso della tecnologia in famiglia

Durante l’incontro le coppie di genitore e figlio/a sono stati invitati a stilare le regole d’uso della tecnologia in famiglia, con particolare focus sulla privacy. Al termine dell’esercizio i partecipanti hanno letto le loro regole e la platea ha eletto il decalogo della mattinata. Questo:

I presenti si sono affrettati, prima di rincasare, a fotografare le regole da portare a casa:

L’evento sui social

Mentre si svolgeva l’evento nell’auditorium di Fastweb, se ne parlava anche online: