Happy Onlife: il gioco di società per imparare a vivere la Rete

L’online non deve mai essere visto come alternativa all’offline, perché Internet non è cosa separata rispetto alla “vita reale”. Sono due dimensioni che si compenetrano, o meglio: si completano. Per questo vogliamo presentarvi una risorsa che parte dal Web e finisce sulla carta: si tratta di Happy Onlife, un gioco (gratuito) che può essere scaricato da un sito Web ma poi deve essere stampato per diventare un gioco da tavolo (sullo stile del “gioco dell’oca”), dopo un accurato lavoro di sforbiciamento.

Il gioco, per genitori e figli dagli otto anni in su (ma anche – perché no – insegnanti e studenti), ha anche un altro legame con il Web: illustra le potenzialità di Internet e, al tempo stesso, mette in guardia dai pericoli della Rete. Questo grazie a domande sui media digitali, dall’uso di Internet a quello di social network e giochi online; si tratta di quiz studiati per stimolare la discussione e il confronto tra adulti e ragazzi.

Happy Onlife è stato presentato in occasione del Safer Interet Day 2015 dal Centro Comune di Ricerca (JRC) della Commissione Europea.

Happy Onlife, come accennato, promuove le regole per una navigazione sicura e un corretto utilizzo di Internet. Ma come si usa? Quali sono le regole del gioco?

Partiamo dal cosa, poi ci occuperemo del come. Una volta collegati all’indirizzo Web http://europa.eu/!vN68qQ, concentriamoci sulla parte destra della pagina, dove dobbiamo scaricare il PDF “Happy Onlife board game – Italian version”, file del peso di 7 Mb. Dobbiamo stamparlo e dotarci di forbici per preparare il gioco: tabellone, domande, carte sfida (“Resta connesso!”, “Ferma il bullo!”, “In guardia!”, “Gioca sicuro!” e “Anti-virus!”) e tutto il resto che troviamo stampato nel documento.

Veniamo ora alle regole. Come nel gioco dell’oca tradizionale, si può partecipare da un minimo di due a un massimo di sei giocatori (o sei squadre da due o tre giocatori). Occorre dotarsi di un dado e sei pedine colorate.

Lo scopo è quello di arrivare per primo alla casella Finish rispondendo correttamente alle varie domande delle carte Sfida. Si gioca a turno: il giocatore più giovane inizia il gioco lanciando il dado e fa avanzare la pedina. Il giocatore poi passa il dado al vicino posto alla sua sinistra, che procederà nello stesso modo. Se il giocatore si ferma su una delle caselle contrassegnate da un simbolo delle carte Sfida, il giocatore posto alla sua destra legge la domanda Sfida e lo sfidante tenta di rispondere. Se sbaglia, va sulla casella STOP a fianco della casella Sfida. Ricomincerà a giocare da questa casella al prossimo turno. Una volta risposto, la carta viene riposta in fondo al mazzo corrispondente.

Tra gli imprevisti più curiosi segnaliamo la casella virus: indica che si è vittima di un attacco virus informatico; in questo caso il giocatore si salva se si era dotato di una carta antivirus, che è possibile conquistare nel corso del gioco.

­

Maggiori dettagli sul gioco e sul progetto, così come moltissimi spunti per attività simili, si trovano nel documento PDF scaricabile a questo indirizzo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento